Prima Ibra, poi Evra, oggi Osvaldo, solo Guido Rossi…

Condividi
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Un grigio del calcio ha tolto due scudetti alla Juve...Scoprendo una casa di ladri

La campagna acquisti della Juve continua, mi dicono che potrebbe arrivare Zapata, da amante del calcio spero proprio di no. Vi assicuro che Coman mi piace, oltre Pereyra. Spero che Allegri sia all’altezza della Juve, non faccio confronti col suo predecessore, spero ardetemente che Marotta non sbagli acquisti; lo spero come tutti i milioni di tifosi della Juve. Mi dicono che Allegri vuole dare una mano a Galliani liberandogli Zapata, spero proprio di no. Ma la notizia del giorno è una: Ibra, strappato alla Juve dall’Inter nei giorni caldi di calciopoli, vuole chiudere la propria carriera alla Juve. Riflettete amici gobbi, ma come Guido Rossi, il commissario della Federcalcio nei giorni caldi di Calciopoli, l’uomo che ha tolto due scudetti alla Juve, non aveva scoperto una società fatta di gentaglia? Ma come, Evra , appena arrivato alla Juve, dice: ” Mi sento come se fossi nel mio Manchester”, ma Come Osvaldo, appena arrivato all’Inter, ringrazia la Juve…Albertini, si, Albertini quello che fa il pari con Tavecchio per diventare Presidente della Federcalcio, all’epoca di calciopoli era vice commissario e non disse mai nulla. Vergogna. Ecco perchè ho il vomito quando qualcuno butta schizzi di fango sulla Juve…


Condividi
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

1 thought on “Prima Ibra, poi Evra, oggi Osvaldo, solo Guido Rossi…”

  1. Caro Cesare
    Che dire quando parli tu non c’è niente da aggiungere.
    Volevo solo dirti che coman diventerà il nuovo Henry e Pereira il nuovo vidal…
    Comunque è meglio perdere l’anno prossimo
    Così da allontanare una prossima calciopoli che
    Secondo me stanno già tramando .
    Ti saluto affettuosamente tu che per me sei uno di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.